domenica 7 settembre 2008

L'estate sta finendo... (Conclusioni di fine stagione)



Come ogni anno, è giunto il momento di salutare l'estate, la stagione più attesa da molti, più odiata da altri per via del caldo, sicuramente il periodo in cui, in teoria, ci si può rilassare un attimo prima di tornare alla realtà fatta di lavoro e impegni.

Come sempre è tempo di fare bilanci su una stagione, quella del 2008 che per me è passata via così senza infamia e senza lode, complici un paio di situazioni sfigate che mi hanno impedito di fare una vacanza vera (spero sinceramente di rifarmi l'anno prossimo).

Con i suoi ultimi strascichi di afa, questa estate per me è stata caratterizzata da un revival, da un ritorno al passato videoludico che mi ha accompagnato fin qui.
Dato che non ho potuto godermi appieno le vacanze (20 giorni a letto con una maledetta tracheite), ho approfittato per godermi un pò la mia collezione di giochi che, tra l'altro sono riuscito ad ingrassare un pò, con buona pace di chi in casa si lamenta della "spendaccionità"... beh ognuno ha le sue passioni e il videogioco è la mia, lo è stata e lo sarà sempre.

Questa per me è stata l'Estate del D-Fend Reloaded, eccezionale front-end per l'applicazione DosBox, che emula su piattaforma Windows XP un ambiente Ms Dos per far girare i vecchi e cari giochi DOS.

E' stato davvero emozionante tirar fuori dalle scatole la mia vecchia collezione di videogiochi che, per tutti gli anni '90, mi hanno accompagnato nella mia crescita come persona e come videogamer.

Ma è stata anche un'estate fatta di Retrogaming a 360°, grazie ai miei sudati acquisti (Megadrive e Snes): in poco tempo ho potuto recuperare alcuni titoli che avevo sempre sognato di provare, come Sonic The Hedgehog, X-Men, Batman Returns e il mitico Ecco The Dolphin che dovrebbe arrivarmi a casa ormai a giorni...

Non solo! Ho potuto recuperare alcuni titoli per Playstation2 che avevo nella mia wishlist da tempo.
Si tratta di un capolavoro scoperto ahimè troppo tardi, un gioco che ai tempi, dopo averlo provato per pochi attimi, avevo deciso di non comprare perchè mi era parso eccessivamente bislacco.
Sto parlando di Killer 7 di quel dannato genio di Shinji Mikami e di quell'altro folle di Suda51.
Inizialmente il titolo di Capcom ti lascia spiazzato per il suo stile di gioco così peculiare: con un tasto vai avanti, con uno ti giri dall'altra parte e poi torni in dietro, come su un binario. Ogni tanto ti ritrovi davanti a dei bivi dove devi scegliere la direzione.
Poi arrivano i nemici, introdotti da una inquietante risata psicopatica: allora premendo un altro tasto si va in modalità prima persona e, mirando ai posti giusti, bisogna eliminare gli avversari, una specie di mostri dal ghigno malefico da squalo, per assorbirne il sangue, così da potenziare le proprie caratteristiche.

Ma ciò che è davvero unico è che in effetti il protagonista è uno solo ma affetto da sindrome di personalità multiple: ben 7, come dice il titolo, ognuna delle quali caratterizzata da abilità e armamenti diversi. Ciò che è più assurdo è che, in qualche modo, queste personalità hanno un corpo proprio, come se si staccassero dalla mente che li ha partoriti... assurdo!

Il gioco sembra un'allucinazione, un morboso incubo ad occhi aperti, per via di uno stile grafico che mescola l'iconografia manga e anime di un certo livello (come i titoli e gli ideogrammi a schermo intero stile Neon Genesis Evangelion) e una certa filmografia pulp (su tutti Kill Bill di Quentin Tarantino).

Purtroppo avevo giudicato molto male questo gioco, quando uscì. Ho avuto troppa fretta di liquidarlo come gioco "troppo strano"... oggi, dopo diverse ore di gioco, posso rendermi conto di quanto sono stato superficiale nella mia "valutazione"... tanto che adesso sto cercando la versione GameCube ad un prezzo decente, visto che è la versione migliore, nonchè quella originale, con tempi di caricamento sensibilmente ridotti, una grafica più pulita, nessun rallentamento e, soprattutto con i sottotitoli, dato che a volte è difficile capire cosa dicono alcuni personaggi...

L'altro titolo che sono riuscito a procurarmi, sebbene in versione Platinum, è God of War II.
Ho preso il primo quasi al day one, grazie alla presenza di un sito come Play.com, sito britannico che vende parecchi prodotti multimediali a prezzi concorrenzialissimi, anche appena usciti, altro che i distributori italiani... Addirittura i prezzi di spedizione sono gratuiti: ed è stato uno dei giochi per PS2 che mi ha preso di più. Kratos è cattivo, carismatico e stronzo al punto da farsi amare incondizionatamente, il gioco è spettacolare, cinematografico, drammaticamente epico e talmente difficile, in alcuni punti, da portare alla disperazione il giocatore che, suo malgrado, si ritrova ad imprecare come un dannato, soprattutto nella fase finale...

Ammetto di non averci ancora giocato seriamente, ma ad una prima prova, GoW II si dimostra all'altezza del primo, anzi lo supera per cattiveria e spettacolarità, al punto che in alcuni momenti si resta immobili ad ammirare tutto ciò che ci circonda, come il mare agitato, il cielo carico di nubi e i soldati che si danno battaglia, mentre il Colosso di Rodi furoreggia nel tentativo di ridurci ad una macchia sul pavimento...

Per quanto riguarda l'ambito next-gen, ammetto di essere piuttosto indietro. Della nuova ondata posseggo soltanto il Nintendo Wii, grazie alla mia stupenda fidanzata Laura che me lo regalò in occasione della mia laurea, e francamente non sento affatto la mancanza della PS3, anche se la 360 mi attira un pò...
In ogni caso sono riuscito a mettere le mani su Wii Play, più che altro per avere un secondo Wii-Mote per giocare in due a Rayman Raving Rabbids 2 (delirio!!!) o a Wii Sports per quando organizzerò le serate a tema con gli amici nei prossimi mesi.

Altro gioco per la console Nintendo che sono riuscito ad accaparrarmi è stato Zack & Wiki, interessante ibrido tra puzzle-game e avventura grafica, molto "giapponese" nella sua impostazione, con uno stile che richiama da vicino certi Pachinko che qui in occidente non vedremo mai... la voce della scimmietta Wiki, la stessa di Pikachu a volte è snervante, e i due personaggi non sempre sono simpatici quanto vorrebbero essere, però di certo è un bel gioco che richiede spremuta di meningi e velocità di movimento per essere portato a termine.

Grazie agli Star-points inoltre, ho potuto scaricare dal servizio Virtual Console un titolo mitico, storico e assolutamente seminale nel genere fantascientifico, ovvero il fantastico Metroid per NES. Che dire? Le parole sono inutili: se non avete mai provato questo capolavoro, rimediate subito!

Insomma quest'estate non sono andato in vacanza e i soldi che avrei speso per questo scopo, li ho spesi con gusto per nutrire la mia passione.

La cosa più bella di tutte è stata poter rispolverare vecchie glorie per PC quali Syndicate, Little Big Adventure e i due fenomenali Crusader, per non parlare dell'immenso Gods, degli immortali Bitmap Brothers, che sto giocando proprio in questi giorni.

A proposito, qualcuno sa dirmi come si fa a pigiare il bottone evidenziato in questa immagine?


Sui giochi che ho (ri)scoperto in questi giorni fatti di afa e tedio avrò modo di parlare in modo più approfondito nei prossimi post... restate sintonizzati!!!

Mi auguro che i miei lettori abbiano trascorso una bella estate e colgo l'occasione per augurare a tutti voi un buon autunno (stagione che adoro, soprattutto quando piove e me ne sto rintanato a casa a giocare ai VG o a leggere manga...)

1 commento:

HellCiccio ha detto...

ERRATA CORRIGE: Killer 7 su GameCube NON ha i sottotitoli... mi scuso con tutti i lettori, ma avevo dimenticato di correggere il post.