sabato 27 febbraio 2010

E il cielo è sempre più blu...


La primavera è vicina. E' l'aria a dirmelo. Così come i colori del cielo, che si tinge di arancio e porpora sempre più tardi, mentre la campagna si riempie di verde e rosa, quel rosa magnifico della zagara in fiore.

La campagna che attraverso tutti i giorni per lavoro, mentre in ascolto ho sempre qualche episodio di Radiogame o una OST videoludica a caso. Attualmente ascolto spesso l'album Creid di Yasunori Mitsuda, contenente alcuni interessanti arrangiamenti di brani tratti da Xenogears, jrpg per Ps1 che devo ancora giocare...

Quella musica dolce e malinconica si adatta perfettamente al panorama che ho davanti, mentre macino i chilometri che mi separano dalle varie fermate: il pomeriggio lavoro per un'associazione che si prende cura di ragazzi disabili, per la maggior parte con la sindrome di Down, in qualità di autista. Li vado a prendere da casa e li porto a fare attività e poi li riaccompagno.

Ciò che inizialmente era un modo per arrotondare, mentre la mia vera professione è in fase di "decollo", è divenuta una parte importante della mia vita. Non solo mi sono affezionato molto al gruppo di ragazzi che ho sul pulmino, ma con alcuni di loro si è creato un bellissimo rapporto, fatto di lunghe chiacchierate, scherzi e risate.

Sono ragazzi fantastici che, ogni giorno, mi insegnano a vedere quanti piccoli ed inutili sono i miei problemi quotidiani, che mi fanno capire quanto sia facile essere felici e godersi le piccole cose, che poi sono le uniche che, forse, contano davvero.

Una volta, mentre tornavamo a casa, per giocare ho fatto suonare il famosissimo tema di Super Mario dal mio cellulare: lo conoscevano tutti!!!
Così qualche volta si è finito per parlare del vecchio Nintendo e, via via, quella distanza che, all'inizio della mia collaborazione con questo gruppo, sembrava esserci tra me, cosiddetto "normale" e loro, cosiddetti "diversamente abili", si faceva sempre più sottile, fino a scomparire del tutto.

Così passa il tempo, un anno dall'inizio di questo "lavoro", dato che ho iniziato all'incirca la scorsa primavera.
Il tempo che sembra scorrere via come un fiume in piena, mentre le giornate si susseguono sature di impegni, di problemi piccoli e grandi, di intoppi, di soddisfazioni e di incazzature.

E così anche un altro Sabato arriva, mentre io sto qua a poltrire un pò davanti alla Playstation2 con Ar Tonelico, favoloso Jrpg di cui ho parlato su Inglorious ed unico gioco a cui sto dedicando il pochissimo tempo libero.
Un giorno tanto atteso durante l'intensissima settimana, che si avvia a concludersi così in fretta, infatti mentre scrivo attendo si faccia ora per uscire con la mia ragazza a mangiare una pizza...
Un giorno speso tra le piccole commissioni per la famiglia e il riordino della mia collezione di videogiochi, che ormai non ci sta più tutta in libreria... a breve dovrebbero arrivare nuove foto della mia collezione sul blog di Gerry...


E mentre aspetto giro ancora un altro poco sulla rete, raccontando un altro pezzetto di me su questo piccolo diario di viaggio che mi accompagna già da un pò di tempo...

4 commenti:

Ran - らん ha detto...

Bellissimo post, evocativo! Mi hai fatto pensare veramente ....

SCIUSCIA ha detto...

Buffo, no?
Con la maggior parte dei "normali" non potresti mai disquisire sul NES...

disintegration ha detto...

bellissima la ost di xenogears. quando parte il tuo podcast? comunque sono kurenai, sono emigrato anch'io su blogspot abbandonando quella cacca di splinder :)

HellCiccio ha detto...

Il podcast partirà sicuramente questa Primavera, giusto il tempo di definire bene tutto e registrare il pilot! :D